Pensieri

Pensieri | Ama

L’altro giorno, durante un incontro, ascoltiamo l’intervento di Margaret Karram, presidente del Movimento dei Focolari.
Una sua frase mi resta dentro. Potente. Forte.
“Non basta amare ma anche lasciarsi amare. Lasciarsi amare come l’altro ama me mi dà una grande libertà interiore.”
Come si ama? Qual è la misura dell’amore? Come faccio ad amare?
Quando è davvero libero l’amore?
Ho meditato ininterrottamente queste parole.
Come mi pongo io davanti all’Amore?
Come amo?
Cavoli! È tutto da rifare!
Quante volte in una relazione “impongo” la mia quantità d’amore, il mio modo d’amare?
Non mi curo mai della quantità di amore che l’altro è disposto a ricevere, il “tono” d’amore con cui parlare alla sua vita.
Arrivo prepotente. Questa sono io.
O così o niente.
Ma…
Oggi una pagina di Vangelo che amo profondamente mi rimbomba nel cuore (Gv 21, 15 – 19)
«Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?» Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?» Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pascola le mie pecore». Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?» Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: “Mi vuoi bene?”, e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». 
Che c’entra? Mi fermo. Lo so.
“Impara ad amare dal Maestro dell’Amore.”
Gesù sa che la misura dell’amore di Pietro è quel “ti voglio bene”. Ci ha provato il Signore, ma Pietro non può dargli di più in quel momento.
Allora è Gesù che si adatta, che chiede solo l’amore che in quel momento è disposto a dare.
Così chiede a noi, così dice a noi.
“Amatevi gli uni gli altri come io vi ho amato” (Gv 13,34)
Amiamoci gli uni gli altri donando l’amore che gli altri sono disposti a ricevere, e lasciandoci amare nelle misura dell’amore che possiamo contenere.
Devo imparare dal maestro dell’Amore che la misura con cui si ama è la grandezza del cuore di chi riceve amore.
Cambiando la prospettiva.
Mettendo l’altro al primo posto nei “progetti d’amore”.
🌱🪔 @alumera_

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.