Pensieri

Pensieri | Cuori che ardono

Ci sono parole del Vangelo che si incastrano come sassolini nei “meccanismi” dell’anima. Stanno lì. S’inceppa tutto. E non si muove più nulla.

La vedo quella pietruzza, la conosco, ci provo a farla andare via, per mettere all’anima di rimettersi in moto ma nulla. Non succede nulla.

Sto e attendo.

La Festa delle Pietre rotolate* è passata da qualche ora, rotolerà via anche questo ma…

La Parola non va via.

Sono rimasta sulla via di Emmaus, “qualcuno” ha annunciato che il Maestro è Risorto ma non so se io ho davvero alzato lo sguardo per cercarlo.

Cammino. Ci provo. Discuto. Ma il mio non è un volto da Risorto.

Quella parola incastrata nell’anima ora è un macigno. Cosa devo comprendere? Perché non va via?

“Volevo condividere con te una cosa, una riflessione: perché abbiamo paura della gioia?”

Cara @jennifercumbo, perché abbiamo paura della gioia?

Non ho saputo risponderle.

Ma poi abbiamo parlato del Risorto, abbiamo parlato del nostro maestro dell’Amore, della forza e della consolazione che viene da Lui, del fuoco dei nostri cuori, delle coincidenze impossibili che in questi giorni ci hanno portato a quei messaggi.

Il cuore si è incendiato, la pace era nelle nostre parole, l’anima ha ripreso il volo e la gioia è incontenibile!

So perché quella parola era rimasta lì, incastonata nell’anima.

Perché ho avuto anche io paura della gioia. Sì, come i discepoli di Emmaus sono scappata perché ho avuto paura di crederci.

E ora che è scesa la sera so che c’eri con noi oggi a dirci che l’Amore, che la gioia, che la vita, che la corsa dei Risorti è per chi vive per Te e cammina sulla Tua Parola.

Abbiamo spezzato il pane tra di noi e ti abbiamo riconosciuto, lì con noi, vivo!

Ora il cuore è un fuoco!

Quando parliamo di Te, Tu sei tra di noi… Non c’è più nulla da temere.

Andiamo con gioia ad annunciare al mondo che Cristo è Risorto!

🔥🌱 @alumera_

* Cit. #PaoloCurtaz

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.